Quando si parla di Matrimonio sappiamo che la location è una scelta importante

In particolare nel caso di ambienti esterni le possibilità sono molte e conoscere come nasce un giardino può essere utile! Un bel giardino non nasce per caso, è l’ insieme armonico di tanti elementi: dalle siepi, il prato, macchie di alberi e fiori, cancelli e recinzioni ! Non è facile avere un bel giardino anzi, è difficile come governare un regno!
Vogliamo darvi dei consigli utili nati dall’esperienza nel giardino de La Vià.

giardino-la-Via

Particolare del giardino de la Via

Sappiamo tutti che non è facile prendersi cura del proprio giardino costantemente, vedrete che vi affezionerete ai vostri meravigliosi fiori che avete cresciuto con tanta dedizione.
Ritagliate un attimo di tempo della vostra giornata per pensare solo al vostro giardino e liberatevi dai pensieri della giornata frenetica … vedrete che i vostri fiori diventeranno una vera e propria terapia per corpo e mente !

La regina dei fiori, la Rosa

rosa

Passeggiando nel giardino il primo profumo che mi pervade è proprio quello di un fiore delicato che parla di amore silenziosamente, in un linguaggio che comprende solo il cuore .. si, sto parlando proprio di lei: la regina dei fiori! Per questo oggi vi spiego come curare e ricambiare la bellezza di questo incantevole e dolce fiore simbolo dell’amore e della passione.

Cogli la rosa quando è il momento, chè il tempo lo sai che vola… è lo stesso fiore che oggi sboccia, domani appassirà… nel mio giardino troverete le rose ibride, le romantiche rose rampicanti, quelle da siepe e poi le roselline che trovano posto anche negli spazi più ristretti. Il gran numero di varietà di questa pianta vi entusiasmerà!

  • Il luogo ideale: Questo fiore dalla bellezza senza tempo, necessita di molta luce e in media 4-6 ore di sole. Tuttavia alcune varietà preferiscono la penombra. E’ importante una buona ventilazione anche se troppo vento non è consigliabile perché alcuni tipi sono molto sensibili alle eccessive correnti d’ aria.
  • Annaffiatura: La quantità di acqua richiesta dalle rose è strettamente dipendente dalla stagione e dall’andamento termico. Solitamente le annaffiature possono mantenersi su frequenze bisettimanali.
  • Il concime è invece essenziale: la miglior cosa è concimarle in primavera, quando spuntano le prime foglie e a giugno/luglio dopo la prima fioritura.

Rose ben nutrite e irrigate danno fioriture rigogliose e resistono meglio alle malattie. Le rose soggette a potature vigorose e che continuano a produrre nuovi getti, consumano continuamente i nutrienti presenti nel terreno.
I nutrienti richiesti in elevata quantità sono: l’azoto (essenziale per la crescita), il fosforo ( necessario per la produzione di fiori, frutti e la formazione di semi) e il potassio (che riduce la perdita di acqua e rende la pianta resistente alla siccità). Mentre abbiamo i micronutrienti richiesti in quantità più contenute come il ferro e il magnesio.

Amanti del verde non temete, la potatura rende le vostre rose più forti e rigogliose!

Molti appassionati del verde vedono la potatura della rosa con timore, in quanto le numerose varietà richiedono diverse modalità di potatura.
Riguardo al rapporto potatura/fioritura vale la regola: maggiore potatura=fiori più grandi / minore potatura= fiori più piccoli ma in maggior numero.
Ricordate, quando si pota bisogna seguire semplici regole: tagli netti ed obliqui al di sopra di una gemma! Per quanto riguarda la potatura invernale le rose andrebbero potate in tardo inverno, quando la caduta delle foglie è completa e non è ancora iniziata l’ emissione dei nuovi germogli. La potatura deve essere proporzionale all’età e alle dimensioni della pianta ( in genere si lasciano 4-8 steli ). Lasciare le gemme rivolte verso l’ esterno della pianta così da ottenere uno sviluppo rivolto verso l’interno ( di solito queste gemme producono i fiori più grandi e belli ).
La potatura estiva invece consiste nel rimuovere i fiori appassiti dopo la prima fioritura. Bisogna asportare i fiori prima che si formino i frutti che rendono la pianta più debole e impediscono una seconda fioritura stagionale. La potatura estiva, utile a far rifiorire la pianta, può essere ripetuta più volte fino a circa 6 settimane prima dell’arrivo dei geli invernali.

Rigorose e colorate: le Surfinie

surfinie

Surfinie color Lilla.

Quest’ anno ho deciso di decorare il mio giardino con le irrinunciabili surfinie, fiori dal fascino irresistibile che nel periodo più caldo diventano sempre di più, giorno dopo giorno lo hanno reso allegro e colorato . Ma per ottenere le surfinie più belle, occorre conoscere dei semplici e pratici trucchi che ho deciso di condividere con voi!

Le surfinie o petunie ricadenti si trasformano da piccole e povere piante verdi in meravigliose cascate di colore! Vi consiglio di acquistarle verso il periodo di marzo e impiantarle già nei vasi che dovrete curare da eventuali gelate e grandinate primaverili, così risparmierete qualche soldino non comprandole già fiorite!
Le surfinie non possono fare a meno di acqua, tanta e regolarmente, luce e il concime per fiori una volta alla settimana.

Per quanto riguarda l’acqua vi consiglio di usare delle fioriere con la riserva d’ acqua, anche se dovrete comunque bagnarle quasi tutti i giorni (in estate), questo eviterà fenomeni come il “colpo di calore” dal quale difficilmente si riprende la pianta.

Siete sicuri di annaffiare nel modo corretto i vostri fiori?

Bagnare i fiori è un’ arte, semplice ma rigorosa! Annaffiare con grandi quantità di acqua cosi’ da fare tracimare i sottovasi è un grave errore! Si bagna lentamente, di sera o di mattino presto, si passa agli altri vasi e solo se l’ acqua non è giunta nel sottovaso si bagna nuovamente la terra. Evitate di bagnare anche il fogliame ma cercate di irrigare solo la superficie terrosa.
Si, lo so può essere un dispiacere ma nel mese di luglio, quando le nostre surfinie mettono fiori solo più sulle punte dei loro rametti e sono spoglie sulle lunghezze dobbiamo ricorrere alle nostre care cesoie e a malincuore potarle! Ma vedrete che in poco tempo cresceranno più belle di prima e continueranno a sbocciare nuovi fiori anche fino ad ottobre!
Se anche voi avete ceduto al fascino di questi magnifici fiori, cosa aspettate! Seguite questi semplici consigli e avrete delle surfinie più belle che mai!

Innamorato di queste suggestioni? contattaci per progettare insieme il Tuo matrimonio!






Rito della sabbiaRito delle candeleRito della SabbiaMatrimonio in bicicletta


[recaptcha]

Share